Orlando furioso, con argomenti, dichiarazioni ad ogni canto, ed indice. Nuova ed, Band 1

Cover
 

Was andere dazu sagen - Rezension schreiben

Es wurden keine Rezensionen gefunden.

Ausgewählte Seiten

Andere Ausgaben - Alle anzeigen

Häufige Begriffe und Wortgruppen

Beliebte Passagen

Seite 6 - Amone; Con preghi invita, et al fin toglie in groppa, E per l'orme d'Angelica galoppa. 22 Oh gran bontà de' cavallieri antiqui! Eran rivali, eran di fe diversi, E si sentian degli aspri colpi iniqui Per tutta la persona anco dolersi; E pur per selve oscure e calli obliqui Insieme van senza sospetto aversi. Da quattro sproni il destrier punto arriva Dove una strada in- due si dipartiva.
Seite 166 - Per questo io so che l' inesperienza Farà al mio canto dar poca credenza. Poca o molta ch'io n'abbia, non bisogna Ch'io ponga mente al vulgo sciocco e ignaro. A voi so ben che non parrà menzogna, Che '1 lume del discorso avete chiaro; Ed a voi soli ogni mio intento agogna Che '1 frutto sia di mie fatiche caro.
Seite 193 - Sonno giace; l'Ozio da un canto corpulento e grasso. da l'altro la Pigrizia in terra siede, che non può andare, e mal reggersi in piede. Lo smemorato Oblio sta su la porta: non lascia entrar, né riconosce alcuno; non ascolta imbasciata, né riporta; e parimente tien cacciato ognuno.
Seite 11 - Duo chiari rivi, mormorando intorno, sempre l'erbe vi fan tenere e nuove; e rendea ad ascoltar dolce concento, rotto tra picciol sassi, il correr lento.
Seite 169 - E ch'indi tutta la faretra scarchi, E che visibilmente i cori involi: Quindi il naso, per mezzo il viso scende Che non trova l'invidia, ove l'emende. 13. Sotto quel sta, quasi fra due vallette, La bocca sparsa di natio cinabro...
Seite 18 - Forse era ver, ma non però credibile a chi del senso suo fosse signore; ma parve facilmente a lui possibile, ch'era perduto in via più grave errore. Quel che l'uom vede, Amor gli fa invisibile; e l'invisibil fa vedere Amore.
Seite 83 - Per te la militar gloria è distrutta, per te il mestier de l'arme è senza onore; per te è il valore e la virtù ridutta, che spesso par del buono il rio migliore: non più la gagliardia, non più l'ardire per te può in campo al paragon venire.
Seite 12 - Dentro letto vi fan tenere erbette, ch'invitano a posar chi s'appresenta. La bella donna in mezzo a quel si mette, ivi si corca et ivi s'addormenta.
Seite 96 - Era il bel viso suo, quale esser suole Da primavera alcuna volta il cielo, Quando la pioggia cade, ea un tempo il sole Si sgombra intorno il nubiloso velo. E come il rosignuol dolci carole Mena nei rami allor del verde stelo; Così alle belle lagrime le piume Si bagna Amore, e gode al chiaro lume, 66 E ne la face de...
Seite 183 - Qual mai non ebbon gli Arabi né gì' Indi. 55 Umide avea l' inanellate chiome De' più suavi odor che sieno in prezzo: Tutto ne...

Bibliografische Informationen